Per la tua crescita personale clicca sul link sottostante

martedì 25 gennaio 2011

Giocare con il tuo bambino: specchio delle mie brame!

I bambini cominciano a riconoscersi davanti allo specchio tra i 18 e i 24 mesi di vita.
Secondo gli psicologi il riconoscimento di sè nell'immagine riflessa richiede abilità specifiche, che non hanno nulla a che vedere con la capacità di riconoscersi in fotografia.

I bimbi più piccini non sanno chi sia la persona che si muove davanti allo specchio. Infatti, se vanno al nido e sono inseriti nella sezione lattanti, passano tanto tempo ad osservare ciò che accade nello specchio.

Un gioco da fare, molto divertente, sia che abbiano 18 mesi e più o che sono più piccini, è farli specchiare mentre piangono o ridono.
Se stanno piangendo, spesso si calmano perchè incuriositi dall'immagine riflessa.
Se ridono appaiono ancora più divertiti.
Lo specchio aiuta anche a distinguere le parti che compongono il viso.
Infatti indicare il naso, gli occhi ecc facendo specchiare il bimbo è un modo educativo che arricchisce la sua esperienza. Facilita l'apprendimento delle parti che compongono il sè.
Se questa esperienza è accompagnata da filastrocche, anche inventate, si determina un'esplosione di risate.
Quindi il mio consiglio è quello far specchiare il tuo bambino in più occasioni, quando fa il bagnetto, mentre mangia un cucchiaio di pappa, mentre gioca con un oggetto.
A presto
Carmen

Nessun commento:

Posta un commento